ITINERARI IN BICI:LA SALITA DEL PIGHET -VAL SERIANA

(VIA ZANINO COLLE, COLLE DI RANICA)

itinerario preso www.valleserianabike.it

Via Zanino colle di Ranica è una delle salite che portano al colle di Ranica nel cuore del parco dei colli di Bergamo.Questa salita è molto interessante per il suo sviluppo, 1,7 km di strada cementata con un dislivello di 300 metri e passa, numeri importanti che invitano a provare a conquistarla. Per i bikers della zona è una salita di riferimento, una sfida che prima o poi tutti desiderano vincere.
E’ chiamata “la salida del Marsio” in quanto da queste parti e su questa salita è solito allenarsi il campione maraton di MTB Marzio Deho.
Non demoralizzatevi se la prima volta non la percorrerete completamente in sella, serve un discreto allenamento ed averla percorsa almeno una volta in modo da capire dove e come utilizzare le energie durante l’arrampicata alla cima.
Per raggiungere la salita dobbiamo recarci alla località fornaci di Ranica, un’area collinare sopra il paese, dal centro del paese si prende la via degli Alpini e poi via Trieste, dopo lo spartitraffico con un giardinetto nel mezzo parte la via zanino colle.
All’inizio è un strada asfaltata in mezzo a villette, si oltrepassa una strettoia in mezzo a vecchie case per poi spianare lievemente per 200 metri fino all’ultima casa sulla sinistra, poco dietro inizia il muro di cemento.

DESCRIZIONE DETTAGLIATA PERCORSO:

metri 0: inizia la salita, cominciamo a scalare le marce , e ancora, ancora fino ad arrivare alla marcia più corta od al massimo una in meno, il primo tratto è un continuo zig-zag di cemento sotto il sole.dopo pochi metri alla nostra sinistra possiamo già apprezzare il dislivello guadagnato con un bel colpo d’occhio su tutto il paese con in primo piano villa Gamba.

mt 400: allo svincolo proseguiamo a destra sempre su cementata, in questo tratto la salita molla lievemente ma comunque molto impegnativa.

mt 700: casa mezzo colle, troviamo alla nostra sinistra una cascina,dietro di essa parte un tratto molto duro però abbastanza largo per cui si riesce a salire a zig-zag se lo desideriamo. Un cartello indica la pendenza massima del percorso: 40% !!

mt 800: la strada entra nel folto del bosco dove cominciano una serie di tornanti con pendenze impossibili, percorriamo i tornanti sul lato esterno e scegliamo la traiettoria giusta dopo di essi.

in un paio di situazioni se non si prende la linea giusta si rischia di mettere il piede a terra.

mt 1100: un breve tratto rettilineo molla la presa e ci lascia respirare.

mt 1300: riprende la salita ma oramai siamo alla fine, ancora tre tornanti abbastanza tosti si fanno sentire nelle gambe che sono oramai quasi alla frutta, teniamo da parte ancora un poco di energia per l’ultimo strappo.

mt 1500: percorriamo gli ultimi due tornanti con pendenza molto elevata, a questo punto alziamoci pure dalla sella e spingiamo forte, pochi metri sopra di noi c’è il culmine della salita e punto di arrivo.

mt 1700: arrivo! Siamo arrivati alla pozza di Ranica. Ce l’abbiamo fatta!! Da qui possiamo percorrere diversi sentieri veloci e divertenti prima del rientro.

Se volete conoscere altri percorsi visitate pure questo sito molto dettagliato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.